70.089 € Donati agli ospedali di Lodi!

Siamo felici di condividere con voi questo risultato incredibile: in due mesi, da marzo a maggio 2020, più di 500 donazioni da donatori privati, imprese, cooperative, ODV, associazioni, hanno dimostrato una solidarietà e una sensibilità enorme, raccogliendo più di 50.000€.

L’importo è stato utilizzato per l’acquisto di 3 ventilatori (uno per terapia intensiva, due per terapia sub intensiva), saturimetri, aggiornamenti software di macchinari, mascherine e altro materiale protettivo.

Novità di Natale 2020

Per questo Natale particolare un’azienda, al posto dei consueti regali aziendali, ha optato per una soluzione differente.
In concomitanza con la seconda ondata, questa generosa azienda che preferisce rimanere anonima, ha deciso di donare 20.000 euro al progetto.
La somma, che è già stata trasferita agli Ospedali di Lodi, è servita per l’acquisto di un ecografo completo di tutti gli accessori.
Noi di Guardavanti siamo profondamente grati dell’iniziativa che dimostra come insieme siamo più forti nella lotta contro la pandemia di coronavirus.

Con quest’ultimo importante contributo, sono stati donati 70.089 € all’ASST Lodi per la gestione dell’emergenza Covid 19.

Come tutto è cominciato: l’appello di Manuela, dott.ssa infettivologa

La Dott.ssa Manuela Piazza, co-fondatrice di Guardavanti e infettivologa presso l’Ospedale (ASST) di Lodi, ci ha inviato un’accorata richiesta di aiuto.

In questi giorni, gli ospedali italiano stanno affrontando un’emergenza sanitaria senza precedenti, dovuta al COVID19, conosciuto come “coronavirus“.
Medici, infermieri e operatori sono esposti quotidianamente per fronteggiare questa crisi.

L’ASST di Lodi è composta da 4 presidi ospedalieri (Lodi, Sant’Angelo Lodigiano, Casalpusterlengo e Codogno). L’ospedale di Codogno è ben noto alle cronache per aver ricoverato in terapia intensiva il primo paziente italiano colpito severamente dal COVID19.

I quattro ospedali hanno in degenza, ad oggi, quasi esclusivamente pazienti affetti da Coronavirus: ogni giorno sono necessari più posti letto e c’è disperato bisogno di ventilatori e kit protettivi per lo staff ospedaliero.

Dr.ssa Manuela Piazza, Infettivologa all’ASST di Lodi

Il progetto originario – marzo 2020

Scopo della raccolta fondi è di acquistare respiratori, kit di protezione completo (guanti, occhiali, maschera, tuta di protezione, sovrascarpe, copricapo) e confezioni di guanti monouso per l’ASST di Lodi.

L’obiettivo iniziale è di acquistare 1 ventilatore, 100 kit di protezione e 250 confezioni di guanti monouso.

In caso non si raggiungesse l’importo necessario per il ventilatore, i fondi raccolti saranno destinati ad acquistare ulteriori kit o altro materiale richiesto dall’ASST di Lodi.

Dottore in servizio presso l’ASST di Lodi

I risultati raggiunti – dicembre 2020

Gli obiettivi iniziali sono stati più che triplicati, grazie alla generosità di tanti: 70.089 € donati all’ASST Lodi, con cui sono stati acquistati 3 ventilatori, saturimetri, aggiornamenti software di macchinari, un ecografo completo di tutti gli accessori, mascherine e altro materiale protettivo.

Un grande grazie a nome dell’ospedale, e da tutti noi per la fiducia riposta.

Ospedale maggiore di Lodi

LE INIZIATIVE PER PROMUOVERE LA RACCOLTA FONDI

A questo appello hanno risposto molte persone, in particolare sono state promosse tre iniziative:

  • gli Zerofolli, i fan del cantante Renato Zero, si sono uniti e hanno risposto con molte donazioni

  • l’illustratrice Ilaria Accornero ha ideato una fiaba, “Il mostriciattolo con la corona” per spiegare il coronavirus ai bambini. Scopri la favola

  • La musica lodigiana si è unita per raccogliere i fondi per gli ospedali del territorio. Con l’iniziativa #UNACANZONEPERLODI i musicisti e addetti al settore musicale lodigiano lanciano via social la loro musica come campagna di sensibilizzazione a favore della raccolta fondi per gli ospedali.

Il tuo aiuto è fondamentale. GRAZIE